Tendenza capelli estate 2016, che differenza c’è tra layage o balayage?

Siete in dubbio tra l’ultima tendenza, il layage, e il classico balayage? Ecco la differenza.

layage.jpg

Volete un colore caldo e naturale al tempo stesso, che dia ai vostri capelli l’effetto di baciati dal sole. La nuova tendenza si chiama layage e serve proprio a dare un effetto più luminoso alla lunghezza. È una nuovissima tecnica, che rappresenta un vero e proprio must per l’estate 2016, e si ottiene lavorando in orizzontale. Non a caso il nome deriva da lay-age.

Ogni ciocca viene trattata con una spazzola che permette di realizzare una sfumatura precisa e controllata. Per gli esperti questo metodo di colorazione è un’evoluzione dell'ombré hair, che ha spopolato negli ultimi due anni.

Una foto pubblicata da Studio Mendes (@studiomendes) in data:


Il risultato finale deve essere una chioma schiarita dal sole, anche se al mare non siete ancora andati. Ovviamente, a differenza del bel colore che si ottiene naturalmente in spiaggia, non subentrando spiacevoli effetti collaterali: punte cotte, crespo e alterazione della tinta.

Che differenza c’è con il balayage? Il layage è più raffinato perché non replica semplicemente l'effetto del sole sui capelli, ma distribuisce la variazione di colore in modo molto più fluido. Questa tecnica di colorazione si può adottare su tutti i tipi di capello. Anche se il biondo è quella che regala i risultati più belli.

Una foto pubblicata da Social Statement (@socialstatementsalon) in data:


Foto | Pinterest

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail