La ricetta tradizionale dei baci di dama piemontesi


I baci di dama sono pasticcini golosi e molto sfiziosi che fanno parte della tradizione della cucina piemontese ed in particolare della città di Tortona, da più di 100 anni vengono fatti allo stesso modo e con gli stessi ingredienti. I baci di dama classici sono fatti con le mandorle ma potete provarli anche con le nocciole e, se volete, potete aggiungere all’impasto qualche cucchiaino di cacao amaro.

Ingredienti

  • 150 gr di mandorle
  • 150 gr di farina
  • 150 gr di burro
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 110 gr di zucchero extrafine
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 arancia

Preparazione

Tostate le mandorle nel grill per una decina di minuti, poi fatele raffreddare completamente a temperatura ambiente. Tritate le mandorle con lo zucchero semolato fino a ridurle in polvere sottile, fatelo gradualmente altrimenti le lame calde faranno uscire gli oli dalle mandorle. In una ciotola mettete mandorle e zucchero, unite la farina, la scorza di arancia grattugiata, il sale, la vaniglia e il burro morbido a pezzettini. Impastate con i polpastrelli in modo da sciogliere il burro e poi cercate di ottenere un panetto compatto. Avvolgete l’impasto con la pellicola e fatelo rassodare in frigorifero per un’oretta.

Prendete l’impasto dei baci di dama e formate delle palline, conviene formare un salsicciotto abbastanza sottile e poi tagliarlo in porzioni, quanto più simili possibili, potete anche usare la bilancia se volete. Formate delle palline e ponetele su una teglia coperta di carta da forno, cuocete i biscottini in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti. Fate raffreddare i vostri baci su una gratella.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato a bagnomaria, nella ricetta originale si usa il fondente, ma potete anche usare quello al latte o bianco. Mettete un pochino di cioccolato in un biscotto e applicatene sopra un altro, poi poneteli in un piatto ad asciugare. Questi biscotti si conservano bene fino ad una settimana chiusi dentro ad una scatola di latta.

Foto|davidlebovitz

  • shares
  • Mail