Come utilizzare correttamente le polveri glitter per il make up

Se abbiamo in programma una serata graffiante in discoteca, un party in cui vogliamo brillare o, visto che il Carnevale si avvicina, un veglione che esige un make up elaborato e scintillante, proprio non possiamo fare a meno di usare le polveri glitter. Scoprite insieme a Pinkblog come utilizzarle correttamente, sia per evitare fastidiose irritazioni, sia per ottimizzare la resa estetica.

È importante sapere che la maggior parte dei glitter in polvere libera, altro non sono che pigmenti acrilici, innocui sulla cute ma che possono creare problemi ad occhi e mucose. Non solo, tali prodotti non andrebbero mai inalati, tanto è vero che quando le nail artist lavorano a manicure che ne comportano l'utilizzo, proteggono le vie respiratorie con mascherine.

Generalmente, i cosmetici decorativi che hanno una consistenza liquida o cremosa, sono più sicuri per il maquillage del viso, in quanto la loro texture evita la dispersione dei pigmenti. Se vogliamo essere tranquille, quindi, affidiamoci a questo genere di prodotti, oppure usiamo basi adesive (va benissimo la colla per ciglia finte) trasparenti per incollare le polveri libere, assicurandoci che non si spostino.

Parlando della parte più divertente, ossia il maquillage in senso stretto, ci sono dei punti strategici dove possiamo mettere il glitter e illuminare subito il trucco. Per un make up più tendente al sobrio, si può picchiettare un po' di eye liner glitterato nell'angolo interno dell'occhio. In questo modo creiamo immediatamente un punto luce che ravviva lo sguardo.

Se si vuole un effetto più deciso, che prende tutta la palpebra mobile, si può stendere una base cremosa (tipo ombretto in crema) lungo tutta l'area e poi pressare il glitter con un pennello piatto. Questo è il metodo più giusto da utilizzare, in quanto l'effetto finale risulta più fitto e soprattutto si evita di perdere parte del prodotto. Cosa che avverrebbe se si tentasse di spazzolare, come per sfumare un ombretto.

Se nonostante tutto le polveri dovessero cadere o spostarsi nelle aree circostanti (il che è facile soprattutto quando si usano prodotti molto fini), il trucco per eliminarle è utilizzare il nastro adesivo da muro, che ha la giusta quantità di colla per tirare via gli eccessi senza lasciare residui. Basta adagiare un piccolo strappo di nastro dove serve e tirare su. Non resterà traccia di errore.

Per quanto riguarda le labbra si consiglia di mescolare il glitter a lip gloss dalla consistenza molto cremosa, ma non troppo liquida, onde evitare che il trucco migri subito verso gli angoli della bocca. Diamo una prima passata di rossetto sulle labbra e poi picchiettiamo il gloss glitterato nelle zone centrali, insistendo sulle parti più esterne e lasciando più libero l'interno. Così scintilleremo senza mangiarci il make up.

Le polveri glitter, inoltre, possono essere usate in tutta tranquillità sul resto del corpo, in quanto, come già detto, non creano problemi cutanei. In questo caso andranno mescolate ad un olio idratante e poi stese su decollete, spalle, braccia e gambe. E per un tocco spaziale le possiamo anche mixare al gel per capelli, esibendo così un hairstyle di tutto rispetto che brilla nella notte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail