Le regole per essere seducente e perfetta la sera di San Valentino

Meno un giorno alla fatidica festa degli innamorati! Per ogni ragazza romantica, soprattutto per quelle che festeggiano il primo San Valentino insieme all'amato, sarà importante essere seducente e perfetta per la dolce metà, con la speranza di rendere indimenticabile la serata. E se il panico da "performance estetica" vi attanaglia, forse vi potrà tornare utile il nostro elenco di regole auree, che vi aiuterà a fare le scelte giuste in fatto di look.


  • La scelta dell'abito - Anche se l'istinto è stupire, è poco confortevole indossare qualcosa che non ci rappresenta o ci fa sentire a disagio perché troppo scollato o troppo fasciante. Sensuale non è sinonimo di stile da pin-up, questo particolare molte di noi tendono a dimenticarlo e finiscono per fare pasticci. Se optate per un capo rosso, colore forte, seducente e perfetto per ammaliare, ricordate che non esiste solo in versione "fuoco". Scegliete una tonalità più chiara o più scura, commisurandola al vostro colore di pelle, occhi, capelli e trovate un modello che si adatti alle vostre forme e ne esalti la naturale bellezza.


  • La scelta del trucco - Fate in modo che non sia distaccata dalla scelta dell'abito: rosso su rosso va bene per i servizi fotografici a tema, ma per una serata romantica è meglio rompere la monocromaticità. Se l'abito è un color tiziano, le labbra e le unghie devono essere sobrie, puntando sul rosa/nude. Meglio enfatizzare di più gli occhi, con uno smokie sui toni del nero e dei grigi che incornici lo sguardo. Se poi avete scelto un abito scuro, sui toni del nero o del blu, osate anche con il laccato rosso per il trucco ma ad una condizione: a labbra cremisi deve corrispondere un maquillage occhi leggerissimo. Un velo di matita nera e mascara sono perfetti, perché danno più risalto alla bocca e non creano il fastidioso effetto mascherone.

  • La scelta del profumo - Sfatiamo un mito, ossia quello che agli uomini piacciono i profumi. All'uomo l'unico profumo che piace è quello della pelle della sua donna, ecco perché è alquanto detestabile quando ci ostiniamo a coprirlo con litri di colonia. Optiamo per profumi leggeri, meglio se derivati da oli essenziali, dalle fragranze fresche e poco persistenti. E se vogliamo propiziarci un fine serata piccante osiamo anche i profumi ai feromoni, che pare (il dubbio è d'obbligo) siano in grado di stimolare i sensi del nostro amante.

  • La scelta dell'acconciatura - È una serata speciale quella con la nostra metà, quindi ci è anche concesso un salto dal parrucchiere per rimettere a nuovo la chioma. Evitiamo però di tagliare i capelli in questa occasione, perché rischiamo di ritrovarci con uno stile a cui non siamo abituate e che può renderci insicure, come tutte le cose nuove! Molto meglio optare per una messa in piega che esalti i lineamenti del nostro viso e che ci faccia sentire belle e curatissime. Se poi dal coiffeur non possiamo andare per mancanza di tempo, ricordiamo che l'importante è che i capelli siano puliti e in ordine, già solo questo vale più di tanti hairstyle elaborati.

  • La scelta dell'intimo - In questo noi donne siamo bravissime, visto che la maggior parte di noi ha una spiccata passione per la scelta di biancheria intima elegantissima. Ma siamo sempre certe che quello che sul manichino o sulla stampella ci appare perfetto, poi in realtà ci stia anche bene. Meditando un dopo cena di coccole è bene non sottovalutare questo aspetto, scegliendo la lingerie non solo in base alla sua piacevolezza estetica, ma anche in base alla sua vestibilità sulle nostre forme. Balconcini, corsetti, body sgambati possono stare bene ad una donna e non ad un altra. Ricordiamolo sempre, perché anche l'intimo ci aiuta a sentirci a nostro agio.

  • La scelta delle espressioni del viso - Ora starete pensando che Pinkblog è proprio pignolo. Bé, può darsi, ma sempre a fin di bene! Quando noi donne siamo sotto pressione perché vogliamo che una cosa esca bene, siamo solite mostrare espressioni facciali tutt'altro che rilassate, mettendo anche in uno stato di tensione il nostro interlocutore. Diamoci dei tempi: ad esempio, diciamoci che ci è concessa l'ansia fino al suono del campanello. Dopo di che lasciamoci andare, beviamo qualcosa col nostro innamorato, ridiamo delle sue battute, mostriamoci interessate a ciò che dice e tutto filerà liscio.

E detto questo, buon San Valentino a tutte. Pinkblog aspetta i vostri commenti post serata degli innamorati! ;)

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail