La confettura di amarene da fare in casa per farcire le crostate

Le amarene sono uno dei frutti più buoni della stagione calda. Ecco perché vale la pena trasformarle in golose conserve da usare per farcire crostate e dolci. Qui la ricetta per un'ottima confettura fatta in casa

Le ciliegie e le amarene sono regine incontrastate di questo periodo di passaggio fra primavera ed estate. Sono frutti dolci, golosi e che non stancano mai il palato, anche sotto forma di conserve, adattissime a farcire i dolci più buoni. E quindi per dare a crostate, pane tostato e dolci vari il sapore del sole, ecco la ricetta della confettura di amarene da fare in casa, una vera delizia di stagione da fare con le nostre mani.

Gli ingredienti sono pochi ed essenziali:


  • 1Kg di ciliegie lavate e denocciolate

  • 380gr di zucchero semolato

  • le scorze di un limone biologico private della parte bianca

Confettura_di_amarene

Tagliate le amarene in due parti (le più grosse anche in 3-4 parti) e versatele in una pentola insieme allo zucchero e alle scorze di limone. Accendete la fiamma e portate ad ebollizione mescolando con cura per far sciogliere lo zucchero e ammorbidire la polpa della frutta. Quando il liquido avrà iniziato a bollire abbassate leggermente la fiamma e fate andare per una mezz'ora, mescolando di tanto in tanto per non far attaccare.

La confettura è pronta quando la sua consistenza è densa come la melassa: per verificare che sia così prendetene una punta con un cucchiaio e lasciatela cadere su un piatto di ceramica liscio. Se inclinando il piatto resta compatta allora è pronta, se è ancora troppo liquida deve stare sul fuoco ancora un po'.

In ultimo, eliminate le scorze di limone e travasate ancora bollente in vasetti di vetro sterilizzati riempiendoli a circa un centimetro e mezzo dal bordo, poi chiudeteli e metteteli a testa in giù fino a quando non saranno freddi. In questo lasso di tempo di creerà la bolla di sottovuoto che consentirà una più lunga conservazione. Per essere certe di aver eliminato ogni rischio batterico mettete i vasetti a bollire con acqua in una pentola per una ventina di minuti, insieme a dei canovacci per non farli urtare fra loro.

Fate freddare nella pentola, tirate fuori, asciugate e riponete nella dispensa, ricordandovi che la confettura, una volta aperta, può essere riposta in frigo e conservata nel giro di una settimana. Buonissima!

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | da Flickr di whitneyinchicago

  • shares
  • Mail