Ciprie minerali: come sceglierle in base alle esigenze di trucco

Per rendere il trucco perfetto e duraturo, la cipria minerale è l'ultimo tocco utile per un finish ideale. Ma come scegliere il prodotto giusto? Studiando bene i suoi utilizzi

Scegliere_cipria_minerale

Fra i vari prodotti di trucco minerale più amati dalle signore (e dai make-up artist!), c'è senza dubbio la cipria, finish ottimale per rendere il maquillage più stabile, duraturo e perfetto. Ma di ciprie mineral in commercio ce ne sono di vari tipi, ciascuna di essere finalizzata ad espletare un compito ben preciso.

Quando facciamo l'acquisto quindi, dobbiamo sempre sapere l'utilizzo che vogliamo fare di questo cosmetico, in modo da sfruttare al meglio le sue proprietà e ottenere così, a seconda delle esigenze, un trucco opacizzante o iridescente, da giorno o da sera.

In linea di massima le tipologie di cipria fra cui scegliere si dividono in due macrogruppi: quelle a finish matte e quelle a finitura shimmer. Le prime, le più usate per il maquillage di tutti i giorni, si suddividono ulteriormente in colorate e trasparenti, intensificando la nuance del fondotinta e rendendolo più coprente o semplicemente fissandolo.

Altra distinzione da fare riguarda poi la grana dei pigmenti, che possono essere più o meno sottili e impalpabili a seconda della necessità. In linea di massima una buona cipria è di sua natura molto sottile, permettendo così un'applicazione ben distribuita sul viso senza lasciare aree non coperte.

Possiamo ben capire che l'acquisto della cipria non è così scontato come può sembrare. Anzi, per ottenere sempre i migliori risultati estetici sarebbe meglio preventivare di comperare almeno un paio di prodotti differenti, magari scegliendo mini taglie per non spendere una fortuna.

Avere una cipria trasparente a effetto opacizzante ci aiuta infatti a fissare il fondotinta liquido e a eliminare l'effetto glow della pelle, averne anche una arricchita con miche opalescenti ci permette invece di arricchire il trucco di luminosità, catturando la luce e minimizzando per illusione ottica anche i piccoli difetti della pelle.

Per la stesura il metodo è, in ogni caso, uno solo: un buon pennellone che prelevi la giusta quantità di prodotto dal tappo della jar e un'applicazione uniforme data da movimenti circolari leggeri che vanno dal centro verso l'esterno.

Foto | da Flickr di kandance

  • shares
  • Mail